Lavoro

Il lavoro è una grandezza scalare che misura l’effetto utile di una forza con uno spostamento.
Esso è dato dal prodotto tra forza e spostamento.

Possono esistere 3 casi di lavoro:

1 Nel caso in cui i vettori forza e spostamento hanno stessa direzione e stesso verso, cioè se sono paralleli, esso sarà motore:

W = F s

2 Nel secondo caso i vettori forza e spostamento hanno stessa direzione ma verso opposto, cioè sono antiparalleli, esso sarà resistente:

W = – F s

3 Nell’ultimo caso i vettori forza e spostamento sono perpendicolari fra loro, perciò esso è nullo:

W = 0

In tutti e tre i casi W è il lavoro compiuto, F la forza applicata, s lo spostamento.

NB Lavoro e forza naturalmente però devono agire lungo la stessa direzione, per cui se uno dei due vettori è inclinato, bisogna ricorrere alle funzioni di seno e coseno e traslare i vettori lungo la stessa direzione.
NB2 E’ proprio per questo motivo che nel terzo caso di cui abbiamo parlato il lavoro è uguale a 0, il coseno di 90° infatti è 0!

Esempio di lavoro motore

lavoro
Spingendo un oggetto applichiamo una forza e avremo uno spostamento, per cui produciamo del lavoro.

 

Be the first to comment

Hai bisogno di chiarimenti? Commenta qui!

error: Il contenuto e\\\' protetto!
Fisica-All

GRATIS
VIEW