Spinta di Archimede

Per definizione, la legge di Archimede, enuncia:

Un corpo immerso in un liquido subisce una forza diretta verso l’alto pari e contraria al peso del liquido spostato.

Da questa definizione quindi possiamo direttamente arrivare alla formula:

Fa= g d V

ovvero:

la spinta di archimede corrisponde al prodotto dell’accelerazione di gravità (g) per la densità del liquido (d) per il volume del liquido spostato (V).

Equilibrio in un fluido

spinta di archimede
Un corpo, secondo i principi della dinamica, è fermo fin quando la risultante delle forze esercitate su di esso è uguale a 0. Possiamo ben immaginare quali siano le forze che agiscono su un corpo immerso in un fluido:

– la forza peso agisce verso il basso ( m*g ) ;
– la spinta di Archimede agisce verso l’alto ( g*d*V ).

Poichè la risultante di queste due forze deve essere uguale a 0 e le forze hanno stessa direzione e senso opposto, uguagliandole, dobbiamo ottenere un’identità.

L’equazione di cui parliamo è:

Fp = Fa

scomponiamo:

mg = g dl V

in questa formula possiamo ancora scoporre la massa, essendo essa è uguale alla densità del corpo per il volume del corpo stesso, deduciamo quindi:

g dcorpo V = g dliquido V

Dividiamo entrambi i membri per V e g (che hanno lo stesso valore sia al primo che al secondo membro). Rimarrà:

dcorpo = dliquido

quindi deduciamo: se il corpo ha la stessa densità del liquido, esso galleggerà, se il corpo avrà densità maggiore affonderà e se avrà densità minore salirà verso la superficie.

 

Be the first to comment

Hai bisogno di chiarimenti? Commenta qui!

error: Il contenuto e\\\' protetto!
Fisica-All

GRATIS
VIEW