Trasformazioni dei gas pt.1

Per studiare i vari comportamenti dei gas in determinate situazioni bisogna essere al corrente del fatto che lo stato del gas è descritto da 4 grandezze: massa, volume, pressione e temperatura.
Immaginiamo ora di avere una quantità costante di gas (m = k), tenendo costante una qualsiasi delle grandezze citate prima, il gas andrà incontro ad una delle trasformazioni qui sotto elencate.
Nello specifico:
– a pressione costante si tratterà di un’isobara (I legge di Gay-Lussac);
– a temperatura costante si tratterà di un’isoterma (I legge di Boyle);
– a volume costante si tratterà di un’isòcora (II legge di Gay-Lussac).
In realtà tutte queste trasformazioni sono trasformazioni quasistatiche.
Le trasformazioni quasistatiche sono quelle trasformazioni in cui il sistema passa attraverso un numero elevato di stati di equilibrio intermedi molto simili tra loro (il valore del precedente differisce di poco da quello del successivo).
Vi sono altri due tipi di trasformazioni quasistatiche:
– trasformazioni cicliche: lo stato iniziale e finale coincidono. In un grafico pressione-volume vedremmo raffigurata una linea chiusa; Clicca qui per un esempio di ciclica
– trasformazioni adiabatiche: sono tutte quelle trasformazioni che avvengono senza scambi di calore fra il sistema e l’esterno.
Se il sistema non cambia in modo “omogeneo” durante le trasformazioni, in un grafico pressione-volume non potremo disegnare alcuna retta, ma solo lo stato iniziale e finale, tracciando una possibile area (non misurabile) fra questi due stati che indica le possibili condizioni intermedie. Tale trasformazione è detta trasformazione “reale”.
Clicca qui per continuare lo studio attraverso l’analisi delle singole trasformazioni…

 

Be the first to comment

Hai bisogno di chiarimenti? Commenta qui!

error: Il contenuto e\\\' protetto!
Fisica-All

GRATIS
VIEW